HOME CONOSCI L'AUTRICE I MIEI ROMANZI COMING SOON BLOG FAQ CONTATTI

giovedì 25 giugno 2015

❖ Super Teaser: Distruggimi ❖


Avrei dovuto pubblicare questo lungo teaser di Distruggimi solo nel gruppo Facebook ★ Chiara's Bad Girls ★, per ringraziare la lettrice che ha proposto alla Book Me della De Agostini la pubblicazione della The MSA Trilogy. Ma, dopo tutto ciò che è successo martedì con l'eBook di Soffocami su Amazon, ho deciso di estendere il mio ringraziamento a tutti voi che mi avete stupito e commosso con il vostro preziosissimo supporto :D

you are amazing

E così . . . ecco a voi questo corposo estratto dal capitolo 8 di Distruggimi! Si tratta di una scena forte tra Henri e Aleksandra, quindi ne consiglio la lettura a un pubblico 18+. Vi ricordo che il testo potrebbe subire variazioni durante l'editing :) In più, non so se l'avete notato, ma l'immagine vi mostra un'anteprima della cover *.*

♪ ma ora . . . happy reading ♪


«Perché sono qui?» mormorai.
Sospirò profondamente, quasi avesse aspettato con ansia che gli ponessi questa domanda. Si tirò su con lentezza felina, incatenandomi con gli occhi, scrigni di malvagità.
«Per questa».
Si sfilò la T-shirt da sopra la testa con un movimento fluido, rivelando il torace cesellato. Detestai come il mio sguardo bevve avidamente la sua immagine, come seguì gli avvallamenti degli addominali, i rigonfiamenti dei bicipiti possenti, per poi arrestarsi laddove lui voleva.
Sul pettorale sinistro.
Poco più in basso della clavicola.
Sulla garza che sapevo copriva la ferita da arma da fuoco in via di guarigione.
Lui si strappò via i cerotti con uno scatto iroso, esponendo la lacerazione. Osservai brevemente la pelle arrossata intorno al foro, per poi essere artigliata dal suo sguardo. Era così freddo e ardente allo stesso tempo che rabbrividii.
Di paura.
Di anticipazione.
Predatorio, Henri iniziò a cancellare la distanza tra di noi, l'espressione più feroce che mai. «Davvero pensi che avrei potuto fartela passare liscia? Che non te l'avrei fatta pagare?» La sua voce era sibilante e letale, mentre come un serpente saliva sul letto e mi strisciava addosso.
Tremai.
Serrai le ginocchia più che potei.
Mi irrigidii fino allo spasmo.
Ero paralizzata dai suoi occhi, dichiarazione di morte.
Si mise a cavalcioni sul mio grembo, drizzandosi e guardandomi dall'alto come un rapace con il suo pasto. Avevo la sensazione di essere schiacciata da un blocco di cemento, tanto era pesante e duro sul mio bacino.
Rimase immobile a studiarmi per secondi, minuti, ore.
Non ne avevo idea.
Non avevo più alcuna concezione del tempo o dello spazio.
Il mio universo era ridotto esclusivamente a Henri.
Un universo saturo di paura e qualcos'altro. Qualcosa  molto più insidioso, molto più bieco.
D'un tratto un balenio omicida gli pervase lo sguardo e l'oscurità rese la sua espressione ancor più terrificante. Un battito di ciglia dopo le sue mani si tuffarono nei miei capelli e li strattonarono con tale brutalità da staccarmi alcune ciocche dal cuoio capelluto.
Il mio stesso grido mi raggelò, tanto era straziante.
Di scatto Henri mi tirò su con tanta veemenza che, quando sbattei con il petto al suo, mi si mozzò il respiro. La sua morsa sulla mia chioma era così ferrea da impedirmi alcun movimento. Avevo la testa angolata all'indietro fin quasi al punto di rottura del collo. Respirare divenne arduo, poiché il dolore era allucinante. Provai a puntare i palmi sulle sue spalle, per spingerlo via, ma fu tutto vano.
Ero alla sua mercé.
Percepii le sue labbra sul mento – avevo l'impressione fossero roventi come tizzoni – poi i suoi denti che scorrevano fino alla mia bocca.
Il suo respiro infuriato si fuse con il mio, boccheggiante.
«Mi hai puntato una pistola contro, cazzo» ringhiò, una sfumatura turbata nella voce. Mi diede uno strattone, facendomi prorompere in uno strillo acuto. «Mi hai sparato».
«Stavo cercando di salvarmi la vita!» urlai, impotente, lacrime involontarie e umilianti che mi rotolavano lungo le tempie.
Henri ritrasse un braccio e mi agguantò bruscamente il polso. Si premette la mia mano sul cuore.
Il mio trasalì.
«Allora avresti dovuto mirare qui» replicò in un sibilo spaventoso.
Impietrii.
Il suo sguardo era devastante. Perforava il mio con tutta la sua intensità, tutto il suo odio.
Ne ero così succube che non notai che il suo palmo non pigiava più sul dorso della mia mano.
Ero così inquietata dal calore della sua pelle sotto le dita, dal battito forsennato che avevo la certezza di avvertire, che non mi accorsi del suo braccio che si tendeva verso il suo cuscino.
Quando intravidi il luccichio tagliente era troppo tardi.
Con precisione ed efferatezza, Henri mi piantò un pugnale nella spalla, esattamente nello stesso punto in cui gli avevo sparato.
Il mio grido deflagrò nella stanza con la stessa incisività di una bomba.
Assordante.
Atroce.
Disumano.
Sentire quel corpo estraneo lacerare la carne viva, a ogni più piccolo spostamento, era terribile. Avevo l'impressione di andare a fuoco e al contempo il panico mi ghiacciava il sangue nelle vene.
Sangue.
Lo percepivo colarmi sul seno e dietro la scapola, infiltrarsi sotto l'orlo del corsetto. Era come un acido corrosivo.
Respirare faceva male.
Non potevo.
La sofferenza era troppa.
Henri appoggiò la fronte contro la mia e la sua voce, suadente e al contempo graffiante, riuscì a farsi largo nell'oceano di dolore in cui stavo annegando.
«Mi hai risparmiato la vita, quel giorno» ansimò, quasi l'avermi pugnalato gli fosse costato uno sforzo immane. «Io risparmio la tua…» Strusciò il naso contro il mio, respirandomi. Agghiacciandomi. «… per adesso».
Estrasse la lama con un movimento secco.
Urlai. Forte.
Urlai fino a non avere più fiato nei polmoni.
Cominciai ad annaspare, in cerca di ossigeno.
Henri mi lasciò andare i capelli e mi afferrò per il mento, esigendo la mia attenzione, i miei occhi nei suoi.
«Ora siamo pari» sentenziò a denti stretti.
Lo fissai, sconvolta.
Lo odiai con tutta l'anima.
Senza preavviso, lui scese dal letto. Mi accasciai di lato con un lamento e lo osservai attraverso le palpebre socchiuse recuperare la sua maglietta e dirigersi verso la porta.
«Non puoi lasciarmi qui… così» boccheggiai sconcertata.
Si fermò.
Si voltò a scoccarmi un'occhiata truce.
«Tu lo hai fatto, quando mi hai sparato».

46 commenti:

  1. Oddio... Io lo sapevo che non dovevo leggerlo perchè ora la mia curiosità è alle stelle!!!

    RispondiElimina
  2. O.O E ora come faccio ad aspettare???

    RispondiElimina
  3. Appostissimo proprio.... diciamo che in un certo senso lei se l'è cercata... o forse l'ha fatto apposta per suscitare in Henri questa reazione... chissà... ansiaaaaaaaaa

    RispondiElimina
  4. Ommioddiooo!!! Posso diventare la tua beta reader?? *.* meraviglioso!! Anche la copertina sembra fantastica <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi si sfasciano le Angels se ne aggiungo un'altra xD poi non sono più tre ahahahahahahah se un giorno deciderò di trasformare le Angels in Sailors ti faccio un fischio ;) quelle sono tante xD ahahahahah

      Elimina
  5. Grazie del super teaser Chiara <3 <3 <3 Sono letteralmente senza parole :O :O :O Non credo bastino tutte le parole del mondo per descrivere la grande emozione che anche con un teaser sei riuscita a trasmettermi *----* Che dire, non vedo l'ora che esca #Distruggimi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ha emozionato il pugnale, di' la verità aahahahahahahahah ;)

      Elimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. O Mio Dio
    Wow che ansia
    Lo sapevo che non lo dovevo leggere
    Chiara ti adoro

    RispondiElimina
  8. Non devo più leggere non devo più leggere non devo più leggere ! Chiara cosi ci ucciderai prima che il libro esca :(

    RispondiElimina
  9. Non devo più leggere non devo più leggere non devo più leggere ! Chiara cosi ci ucciderai prima che il libro esca :(

    RispondiElimina
  10. Ma brutto str**** l'hai picchiata e l'hai fatta violentare da tutti e poi ti lamenti se lei ti ha sparato?! Ma io ti odio con tutto il ----> ♥
    Chiara, sei micidiale! Ti do un mese di tempo per finirlo e revisionarlo -_-

    RispondiElimina
  11. gesuuuuuuu muoio male!!!!! quando esce il libro??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho iniziato a scriverlo da poco, è ancora presto per una data ;)

      Elimina
  12. Se visualizzate più di un commento perdonatemi ,ma non so se li cancella o sono io che non riesco a vederli ...detto questo...
    Il cuore mi martella nel petto ed il sangue pulsa....la accoltella per condividere con lei il suo dolore,per farla entrare dentro di se,per farle comprendere cosa vuole dire essere Henri ....violenza,dolore ,amore ...tutto ciò che convive in lui ...sono malata ? Lo amo ! amo il suo tormento....
    Chiara devo ,devo saperne di più ...al più presto !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. #HenriLamaze si è insinuato nella tua mente! ;)

      Elimina
  13. Immaginavo gliel'avrebbe fatta pagare o.O Oddio sta diventando sempre più forte il rapporto tra Aleksandra ed Henri... E non ho ancora capito se odio Henri o no XD Non vedo l'ora di leggere il romanzo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provi un'attrazione-odio come Aleksandra eheheheheheheh ;)

      Elimina
    2. Ahahah lo saprò quando avrò letto tutta la saga!!!! :D

      Elimina
  14. Carissima Chiara, posso chiederti, in nome della mia sanità mentale, se sai indicativamente quando pubblicherai questo secondo capolavoro? Non vorrei dover passare agli psicofarmaci😂😂😂😂😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahahahah è ancora in fase di scrittura, sono circa a metà ;) ♥

      Elimina
  15. Bellissimo passaggio!!Il La scena del pugnale....non ho parole!! Tu crei dipendenza, non e' normale!!Non oso pensare cosa partorirà' la tua mente quando scriverai il libro su Andre'......♥
    E' il mio preferito :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Stefy!!!
      Sono felicissima che ti sia piaciuto :D ♥

      Elimina
  16. Wow wow wow! Come si fa!? Come si fa a non amarli?? E a non amare te Chiara! Nn ho parole per descrivere cosa ho provato leggendo la scena....Che emozione! Aspetto con trepidazione il libro! Sei unica Chiara :-*

    RispondiElimina
  17. Risposte
    1. Potrò dare una data approssimativa quando la stesura sarà terminata ^_^ per seguirne l'andamento grazie agli aggiornamenti live e avere accesso ai teasers esclusivi puoi unirti al gruppo facebook ★ Chiara's Bad Girls ★ se vuoi ;)

      Elimina
    2. già ho richiesto l'iscrizione!

      Elimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. abbi pieta di me .............
    dimmi quando esce????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dicembre 2015, ancora non c'è una data ufficiale =)

      Elimina
  20. Risposte
    1. Dicembre 2015, ancora non c'è una data ufficiale =)

      Elimina
  21. Chiara, ti leggo gia' da un po', mi piace tanto il tuo modo di rendere le storie particolari, inaspettate, con quel piccante che stuzzica l'appetito della lettura e ti ritrovi a non mollare fino all'ultima parola scritta.....
    In questo caso stai creando dipendenza ancora prima dell'uscita del libro........Sei la nostra "aguzzina" (passami il termine) e ti perdono solo perche' so che varra' la pena aspettare, ma solo per poco, ti pregoooo..........

    RispondiElimina